Joomla TemplatesWeb HostingFree Money
Home > Chi siamo
AddThis Social Bookmark Button
Bizzozero-Ultime notizie Bizzozero-Ultime notizie
Messaggio
  • Questo sito utilizza i cookies. I cookie sono file memorizzati nel browser, utilizzati dalla maggior parte dei siti per personalizzare la navigazione. Utilizzando il nostro sito l'utente dichiara di accettare e acconsentire all' utilizzo dei cookies in conformita' con i termini di uso dei cookies.

    Leggi di più

Consigli di quartiere

Ogni Amministrazione Pubblica necessita di una presenza quanto più capillare possibile sul territorio e nella comunità di riferimento, una presenza in grado di raccogliere le istanze dei cittadini e del territorio, e di trasmettere e rendere incisiva l'attività dell'Amministrazione presso il medesimo territorio ed i medesimi cittadini; un'esigenza che tende ad accentuarsi nelle realtà più grandi, dove il rapporto tra l'amministrazione (intesa sia come apparato burocratico che come insieme degli eletti) ed i cittadini, tende naturalmente a diluirsi e diradarsi.

I Consigli di Quartiere del Comune di Varese, sono dunque stati istituiti con deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 29/3/2019, "allo scopo di assicurare una più larga ed incisiva partecipazione dei cittadini nella condivisione di problematiche di interesse pubblico locale" (Art. 2.1 del "Regolamento per i Consigli di Quartiere e gli strumenti della partecipazione popolare").

 

indice storia
INQUADRAMENTO STORICO GIURIDICO Dalla Circoscrizioni ai Consigli di Quartiere, passando attraverso l'Assessorato ai Rioni, il percorso storico e giuridico, a livello nazionale ed a livello cittadino, che ha portato allistituzone dei Consigli di Quartiere di Varese, che restano organi dell'amministrazione comunale e non enti locali.  
indice finalità
FINALITA' I Consigli di Quartiere svolgono la funzioni di rappresentanza dei bisogni delle varie aree della città di Varese e di promozione della partecipazione attiva, ed hanno funzioni consultive e di proposta nei confronti del Consiglio Comunale e della Giunta Cittadina.  
indice competenze

 

COMPETENZE Compito dei Consigli di Quartiere è quello di fungere da catena di raccordo tra l'Amministrazione Comunale ed il territorio di riferimento, raccogliendone istanze e bisogni, promuovendo le iniziative utili a farvi fronte, e mediando sul territorio l'attività dell'Amministrazione Comunale; i Consigli di Quartiere inoltre sono coinvolti nell’elaborazione di proposte per la formazione del Bilancio partecipativo.

 

indice composizione
COMPOSIZIONE 12 le aree omogenee in cui è stato suddiviso il territorio della città di Varese, per altrettanti Consigli, composti ciascuno - in funzione della consistenza numerica della popolazione residente - da un numero variabile di Consiglieri da 5 a 9, dei quali il 30% è estratto a sorte tra i cittadini residenti nel territorio del Consiglio di riferimento, ed il 70% nominati dal Consiglio Comunale.  
indice funzionamento

 

FUNZIONAMENTO I lavori dei Consigli sono guidati da un Coordinatore eletto dai Consiglieri fra i Consiglieri; l'insieme dei 12 coordinatori forma la "Consulta dei Coordinatori di Quartiere". E' inoltre prevista almeno una volta l'anno la convocazione di un'Assemblea dei cittadini residenti nel "Quartiere". Per poter poi approfondire problematiche specifiche è possibile istituire di Laboratori Tematici.

 

stemmabizzozero 20120930 LEVI   CONSIGLIO DI BIZZOZERO Bizzozero ricade nel territorio di competenza del Consiglio di Quartiere numero 11, il cui perimetro è di poco più esteso rispetto al territorio che in passato costituiva il Comune di Bizzozero, andando di fatto quasi a ricostituire la storica entità amministrativa. 9 i membri del Consiglio di Quartiere di Bizzozero, di cui 6 indicati dal Consiglio Comunale, e 3 estratti a sorte fra i residenti. Dei 6 membri indicati dal Consiglio Comunale, 4 sono indicati unitariamente dalla maggioranza e 2 unitariamente dalle minoranze.  
pdf
DOCUMENTI DI RIFERIMENTO Il testo integrale del Regolamento dei Consigli di Quartiere, lo stradario e la cartina dei 12 Consigli di Quartiere in file PDF scaricabili liberamente.  
indice attività
ATTIVITA' Il resoconto dell'attività del Consiglio di Quartiere numero 11 o Consiglio di Quartiere di Bizzozero.  
indice link
LINK UTILI I link a risorse attinenti i Consigli di Quartiere di Varese, di particolare utilità.  

 

 

consigli di quartiere 20200217 COMUNE riepilogo

Alcune slide di presentazione dei Consigli predisposte dal Comune di Varese e rielaborate dal nostro giornale in un'unica scheda
(cliccare sull'immagine per ingrandirla)

 

INQUADRAMENTO STORICO GIURIDICO

Fin dagli anni '60 in molte città italiane sorsero "spontaneamente" dei "consigli di quartiere" che incarnavano le istanze di decentramento delle comunità locali; furono tali esperienze ad ispirare nel 1976, l'introduzione nell'ordinamento italiano delle "circoscrizioni di decentramento comunale" (conosciute più semplicemente come "circoscrizioni"). 

Disciplinate successivamente dall'art. 13 della legge 8 giugno 1990, n. 142, sull'ordinamento delle autonomie locali, ora confluito nell' art. 17 del D.Lgs. 267/2000, le circoscrizione sono dunque "un organismo di partecipazione, consultazione e gestione dei servizi di base, nonché di esercizio di funzioni delegate, istituito dal comune con competenza su una parte del suo territorio comprendente una o più frazioni contigue". Utile precisare che le circoscrizioni comunali non sono enti locali, in quanto prive di personalità giuridica, ma semmai organi del comune, seppur complessi e dotati di autonomia ("e, quindi, di una certa soggettività giuridica, se si tiene questo concetto distinto dalla personalità").

Il già citato art. 17 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali, più volte modificato fino alla legge 26 marzo 2010, n. 42) dispone che le circoscrizioni siano obbligatoriamente istituite dai comuni con popolazione superiore a 250.000 abitanti, sempre che la popolazione media delle circoscrizioni non sia inferiore a 30.000 abitanti, e le sopprime (legge finanziaria 2009) per i comuni con meno di 250.000 abitanti, come Varese, che si era dotata di 6 circoscrizioni (la numero 6, che comprendeva grossomodo i quartieri di Bizzozero, Bustecche, Giubiano e San Carlo, era quella in cui ricadeva anche il nostro rione).

consigli di quartiere 20181128 COMUNE inquadramento 2 circoscrizioni

Le sei circoscrizioni in cui era suddivisa Varese

Con il venir meno delle circoscrizioni Varese, come molte altre città, ha perso un importante strumento per avvicinare l'Amministrazione al territorio ed ai cittadini. Anche per affrontare tale perdita la giunta Fontana instituì l'"Assessorato ai Rioni".

Nel 2019, facendo propria una proposta formulata dai giovani del PD sotto la regia del Consigliere PD Giacomo Fisco, il Consiglio Comunale di Varese ha varato il "Regolamento per i Consigli di Quartiere e gli strumenti della partecipazione popolare" (deliberazione del Consiglio Comunale n. 17 del 29/3/2019).

consigli di quartiere 20181128 COMUNE inquadramento 1

Sotto il profilo giuridico i "Consigli di quartiere" si differenziano dalle vecchie Circoscrizioni in quanto pur restando "un organismo di partecipazione, consultazione e gestione dei servizi di base" non sono più oggetto di alcuna delega di funzioni da parte dell'Amministrazione e/o Consiglio Comunale come invece accadeva con le Circoscrizioni.

Da rilevare che fra i "Consigli di Quartiere" della giunta Galimberti e l'Assessorato ai Rioni della giunta Fontana, vi sono delle differenze non solo formali ma anche - per così dire - "prospettiche"; se infatti nel caso dell'Assessorato ai Rioni era l'Amministrazione Comunale a prendere l'iniziativa e ad andare incontro ai cittadini per ascoltarne osservazioni, suggerimenti ed indicazioni, i "Consigli di Quartiere", almeno nelle intenzioni, cercheranno di favorire la partecipazione diretta dei cittadini e del territorio nella vita e nelle decisioni dell'Amministrazione.

Torna all'inizio

FINALITA'

Come indicato dal "Regolamento per i Consigli di Quartiere e gli strumenti della partecipazione popolare", i Consigli di Quartiere del Comune di Varese, sono stati istituiti "allo scopo di assicurare una più larga ed incisiva partecipazione dei cittadini nella condivisione di problematiche di interesse pubblico locale" (Art. 2.1 Regolamento per i Consigli di Quartiere e gli strumenti della partecipazione popolare).

consigli di quartiere 20181128 COMUNE finalità 1

In altre parole i Consigli di Quartiere sono destinati a svolgere funzioni di rappresentanza dei bisogni delle comunità locali e di promozione della partecipazione attiva, valorizzando storia, identità e ruolo dei quartieri e dei rioni cittadini, avvicinando le istituzioni cittadine alle comunità locali.

 

consigli di quartiere 20181128 COMUNE finalità 2

Torna all'inizio

COMPETENZE

In estrema sintesi si può dire che compito dei Consigli di Quartiere è quello di fungere da catena di raccordo tra l'Amministrazione Comunale ed il territorio di riferimento, raccogliendone istanze e bisogni, promuovendo le iniziative utili a farvi fronte, e mediando sul territorio l'attività dell'Amministrazione Comunale.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE competenze 1

E' però il "Regolamento per i Consigli di Quartiere e gli strumenti della partecipazione popolare" ad enumerare dettagliatamente le competenze dei Consigli di Quartiere:

1. Competenze e compiti dei Consigli di Quartiere sono in particolare i seguenti:

  • a) segnalare problemi locali di carattere viabilistico, sociale, ambientale, culturale, sportivo, igienico-sanitario del quartiere ed esprimere proposte di soluzioni;
  • b) segnalare necessità di interventi manutentivi locali di competenza comunale;
  • c) proporre interventi ed iniziative locali di carattere viabilistico, sociale, ambientale, culturale, sportivo, igienico-sanitario del quartiere;
  • d) proporre interventi locali in materia di opere pubbliche del quartiere, collaborando con l’assessorato competente;
  • e) promuovere "centri di incontro" per la popolazione, ove mancanti;
  • f) collaborare alla promozione delle attività sociali, culturali e sportive locali, coordinandosi con gli assessorati competenti e con singoli, gruppi, associazioni ed istituzioni presenti nel quartiere;
  • g) collaborare con altri organismi partecipativi promossi dall’Amministrazione Comunale;
  • h) proporre interventi, dibattiti o segnalare problemi sui beni comuni urbani, funzionali al benessere della comunità e dei suoi membri, limitatamente a quelli di valenza di quartiere;
  • i) allo scopo di promuovere la cittadinanza attiva, i CdQ sostengono iniziative aggregative, quali a titolo esemplificativo assemblee di cittadini, camminate di quartiere e progetti di volontariato in grado di orientare i cittadini verso un ampio impegno sociale.

2. I Consigli di Quartiere sono coinvolti nell’elaborazione di proposte per la formazione del Bilancio partecipativo, secondo le modalità stabilite dalle relative norme regolamentari specifiche, esprimendo un parere non vincolante ("La procedura partecipativa decentrata prevede la realizzazione di incontri pubblici, attraverso i quali la popolazione dei Quartieri è invitata a precisare i suoi bisogni e a definire delle priorità in vari campi, al fine di destinare o ridurre le disponibilità finanziarie dei vari settori nell'ambito delle risorse effettive").

consigli di quartiere 20181128 COMUNE competenze 2

3. I Consigli di Quartiere possono essere chiamati ad esprimere pareri non vincolanti su richiesta della Giunta Comunale.

4. Al fine di favorire la partecipazione, il Sindaco e gli Assessori programmano almeno una volta l'anno apposite sedute della Consulta dei Coordinatori (si veda più avanti), per un confronto ed una verifica circa l'andamento dei piani e dei programmi specifici che l'Amministrazione prevede.

Torna all'inizio

COMPOSIZIONE

Il territorio cittadino è stato suddiviso in 12 aree, ciascuna delle quali raccoglie diversi quartieri, cercando di rispettare i rapporti storici, sociali, economici ed urbanistici già esistenti.

consigli di quartiere 20191020 COP mappa

Curiosamente l'area in cui ricade Bizzozero, non si discosta molto dal perimetro dell'antico e storico Comune di Bizzozero (territorio di riferimento anche per BIZZOZERO.NET), che dunque in certa misura torna a rivivere e ad avere un suo riconoscimento pubblico, territorio che oggi risulta frazionato in tre quartieri: Bustecche, San Carlo e centro storico di Bizzozero.

A determinare la composizione dei Consigli di Quartiere concorrono poi diversi criteri, a partire dal numero dei consiglieri, variabile in funzione della popolazione che fa capo al singolo Consiglio.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE composizione 1

Nel caso specifico del Consiglio di Quartiere di Bizzozero (Area 11), si è in presenza di una delle aggregazioni più popolose delle 12 previste; dunque tale Consiglio sarà composto da 9 Consiglieri.

La scelta dei consiglieri - che opereranno tutti a titolo gratuito - sarà in parte frutto di una nomina da parte del Consiglio Comunale (il 70% dei Consiglieri) ed in parte frutto di un sorteggio fra i residenti dell'area di riferimento (il 30% dei Consiglieri).

consigli di quartiere 20181128 COMUNE composizione 2

In particolare i 9 membri del Consiglio di Bizzozero (Area 11) vedranno 6 componenti indicati dal Consiglio Comunale, e 3 membri estratti a sorte fra i residenti.

Naturalmente i Consiglieri indicati dal Consiglio Comunale, essendo frutto di un'indicazione politica, dovranno rappresentare sia la maggioranza che la minoranza presente in Consiglio Comunale, e per far ciò è previsto che il 60% dei Consiglieri "nominati", venga indicato dalla maggioranza, ed il 40% dalla minoranza, schieramenti che essendo composti da più forze politiche dovranno trovare un accordo fra loro, che verosimilmente terrà comunque conto delle diverse consistenze numeriche dei singoli partiti.

Ciascuna delle due liste dovrà inoltre garantire la salvaguardia della rappresentanza di genere per almeno il 40% dei designati.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE composizione 3

Nel caso del Consiglio di Quartiere di Bizzozero (Area 11), 4 Consiglieri saranno dunque indicati dalla maggioranza che guida Palazzo Estense, e 2 dalla minoranza. Non essendo ulteriormente normata la ripartizione dei Consiglieri fra i partiti che compongono rispettivamente maggioranza e minoranza in Consiglio Comunale, la scelta dei Consiglieri dovrebbe essere condivisa all'interno dei due schieramenti; se così non dovesse essere si potrebbe arrivare ad una "spartizione" più tradizionale che verosimilmente avverrà sulla base dell'intero territorio cittadino per garantire un'adeguata presenza anche alle forze minori. In quest'ultimo caso al momento è possibile formulare unicamente delle ipotesi, secondo cui per il Consiglio di Quartiere di Bizzozero vi potrebbero essere 2 Consiglieri di nomina PD, 1 della Lista Galimberti, 1 di Progetto ConcittaDino (resterebbe esclusa la Lista Varese 2.0 della maggioranza), 1 della Lega Nord, 1 Lista Orrigoni e 1 della Lega Civica (resterebbe esclusa Forza Italia della minoranza).

Per quanto riguarda i Consiglieri sorteggiati, verrà costituita un'apposita Commissione composta da un rappresentate per ciascun Gruppo politico presente in Consiglio Comunale, e vedrà comunque, indipendentemente dalla consistenza numerica spettante ai singoli Consigli di Quartiere, l'estrazione di 15 persone per ciascun Consiglio, di cui i primi estratti - in funzione del numero di Consiglieri che per ciascun Consiglio sarà da assegnarsi con tale procedura - saranno quelli che effettivamente assumeranno la carica.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE composizione 4

Sia nel caso di nomina, che nel caso di estrazione, i Consiglieri dovranno aver compiuto il sedicesimo anno di età, essere iscritti o iscrivibili (se minorenni) nelle liste elettorali, risiedere nel Quartiere di riferimento, non essere dipendenti o amministratori del Comune di Varese o delle sue aziende speciali o enti controllati.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE composizione 5

Ricordiamo inoltre qui che - come già scritto - ciascuna delle due liste presentate per ciascun Consiglio di Quartiere, dalla maggioranza e dalla minoranza, dovrà garantire la salvaguardia della rappresentanza di genere per almeno il 40% dei designati.

Torna all'inizio

FUNZIONAMENTO

Per garantire l'espletamento dei compiti assegnati ai Consigli di Quartiere - che dureranno in carica sino alla acadenza amministrativa del Consiglio Comunale -, sono previsti una serie di accorgimenti, ad iniziare dall'elezione di un "Coordinatore" del singolo Consiglio; l'elezione del Coordinatore avverrà ad opera dei Consiglieri che compongono il Consiglio di Quartiere, dovrà essere effettuata in occasione della prima seduta del Consiglio, e durerà in carica 30 mesi (ovvero metà mandato amministrativo del Consiglio Comunale eletto a suffragio universale dai varesini) e non potrà essere rieletto durante lo stesso mandato amministrativo; sarà poi ciascun Coordinatore dei singoli Consigli di Quartiere a scegliersi fra i propri consiglieri, un "Coordinatore Vicario" che potrà sostituirlo all'occorrenza e svolgerà funzioni di assistenza e segreteria del Coordinatore.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 1

Il Consiglio di Quartiere - le cui sedute di norma sono aperte al pubblico - deve riunirsi almeno una volta ogni tre mesi, ed è convocato dal Coordinatore; sedute straordinarie del Consiglio possono essere richieste anche dal Sindaco, da ciascun Assessore, dal Presidente del Consiglio Comunale, dal Presidente di ciascuna Commissione Consiliare, da almeno un quinto dei componenti del Consiglio di Quartiere stesso, o dai cittadini residenti nel quartiere; in tal caso la richiesta deve essere formulata da almeno 50 persone ed il Consiglio è tenuto a riunirsi entro 15 giorni dalla richiesta.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 2

Come già accennato le sedute del Consiglio di Quartiere sono pubbliche, e per essere ritenute valide è richiesta la presenza della maggioranza semplice dei Consiglieri che compongono il singolo Consiglio; le loro decisioni - dette "delibere" - saranno a loro volta prese a maggioranza semplice dei presenti, verbalizzate e successivamente pubblicate anche online.

Le delibere del Consiglio di Quartiere che vengono poi inviate all'Amministrazione Comunale, possono consistere in "segnalazioni" di situazioni o episodi, affinché possano essere valutati ed eventualmente affrontati con tempi e modi da definirsi; in tal caso saranno trasmesse all'Assessore competente. In alternativa le delibere possono consistere in "istanze" o "proposte" ovvero in richieste di iniziative specifiche, che in tal caso saranno trasmesse alla Commissione Consiliare competente.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 3

L'insieme dei Coordinatori di tutti i Consigli di Quartiere è la "Consulta dei Coordinatori dei Consigli di Quartiere", che è convocata dal Sindaco almeno una volta l'anno per la verifica delle problematiche partecipative in città, e comunque ogni qualvolta lo chiedano almeno tre Coordinatori di Consiglio di Quartiere su particolari problematiche. Qualora l'iniziativa di coinvolgimento riguardi un singolo Assessorato, è convocata dall'Assessore competente. Qualora riguardi il Consiglio Comunale oppure le Commissioni Consiliari, è convocata dal relativo Presidente. Se poi la richiesta perviene da almeno tre Coordinatori, la Consulta si riunirà autonomamente con la presidenza del Coordinatore più giovane d'età e con le modalità vigenti per le normali riunioni di ogni Consiglio di Quartiere.

La Consulta può inoltre essere convocata dal Sindaco, dalla Giunta Comunale o dal Consiglio Comunale per richiedere pareri che coinvolgano l'insieme dei Consigli di Quartiere.

La Consulta inoltre svolge funzioni di coordinamento, confronto e informazione sui problemi e sulle iniziative dei Consigli.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 4

Altro organo rilevante è l' "Assemblea dei cittadini". In questo caso però il Regolamento non ne puntualizza le specifiche; in questa sede ci si rifà dunque a quanto annunciato in occasione della presentazione dei Consigli di Quartiere.

L' "Assemblea dei cittadini" residenti nel "Quartiere" è dunque convocata una volta l'anno dal Coordinatore del Consiglio di Quartiere di riferimento, d'intesa con il Sindaco, oppure dai due quinti dei Consiglieri del Consiglio di Quartiere stesso (nel caso del Consiglio di Quartiere 11 - di Bizzozero, 4 Consiglieri), o infine da almeno 100 cittadini del "quartiere-area" interessato.

Scopo dell'Assemblea è favorire la formulazione di proposte, suggerimenti ed osservazioni da parte dei residenti del "Quartiere", promuovendo così la partecipazione dei cittadini.

Riconducibili alla forma dell' "Assemblea dei cittadini" sono anche gli incontri pubblici, attraverso i quali la popolazione dei Quartieri è invitata a precisare i suoi bisogni e a definire delle priorità in vari campi, al fine di destinare o ridurre le disponibilità finanziarie dei vari settori nell'ambito delle risorse effettive di cui il Consiglio di Quartiere si fa portatore anche nell'ambito del "Bilancio partecipativo".

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 5

A metà strada fra gli Organi del Consiglio di Quartiere e le iniziative che lo stesso può promuovere, sono espressamente previsti dal "Regolamento" i "Laboratori tematici", che vengono costituiti e convocati dal Consiglio di Quartiere allo scopo di approfondire e proporre soluzioni su argomenti di specifico interesse del territorio.

I Laboratori Tematici possono essere composti, oltre che da Consiglieri rappresentanti del Consiglio di Quartiere che li istituisce, dai rappresentanti di altri soggetti associativi quali associazioni ambientalistiche, culturali, sportive, ricreative, socio-assistenziali, di categoria, ordini e collegi professionali, comitati e gruppi spontanei, che abbiano una specifica competenza sull'argomento da trattare.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 6

Pur lasciando libertà all'intraprendenza dei singoli Consigli di Quartiere nell'ideare e realizzare iniziative in linea con le finalità loro assegnate, fra le molte iniziative possibili, il Regolamento in particolare indica come iniziativa caratterizzante l'attività dei Consigli di Quartiere le "Camminate di Quartiere", quali momenti ideali per conoscere o approfondire la conoscenza del territorio.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 7

Pur non indicando modalità precisamente definite, il Regolamento caldeggia l'attenzione dei Consigli di Quartiere verso la comunicazione nei confronti della cittadinanza, ed in particolare incoraggia l'uso dei "social" (dialogo 2.0), che diventa dunque quasi un dovere per i Consigli di Quartiere, e per agevolare tale attività è annunciata una piattaforma web comunale dedicata ai Consigli di Quartiere per permettere la pubblicazione di documenti e la realizzazione di aree di confronto con i cittadini-utenti.

consigli di quartiere 20181128 COMUNE funzionamento 8

Torna all'inizio

 CONSIGLIO DI QUARTIERE DI BIZZOZERO (AREA 11)

Curiosamente l'area in cui ricade Bizzozero, non si discosta molto dal perimetro dell'antico e storico Comune di Bizzozero (territorio di riferimento anche per BIZZOZERO.NET), che dunque in certa misura torna a rivivere e ad avere un suo riconoscimento pubblico, territorio che oggi risulta frazionato in tre quartieri: Bustecche, San Carlo e centro storico di Bizzozero.

consigli di quartiere 20191020 COP mappa

 

Nel caso specifico del Consiglio di Bizzozero (dell'Area 11), si è in presenza di una delle aggregazioni più popolose delle 12 previste; dunque tale Consiglio sarà composto da 9 Consiglieri. 

In particolare i 9 membri del Consiglio di Bizzozero vedranno 6 componenti indicati dal Consiglio Comunale, e 3 membri estratti a sorte fra i residenti. Dei 6 indicati dal Consiglio Comunale, 4 saranno indicati unitariamente dalla maggioranza e 2 unitariamente dalle minoranze.

In realtà, poichè fra gli estratti solo due hanno accettato l'incarico, il Consiglio di Quartiere numero 11, sarà composto solo da 8 consiglieri: quattro di nomina della maggioranza a Palazzo Estense (Matteo Capriolo, Maurizio Chiavetta, Maria Teresa Miccoli e Maria Stefania Pagano), due della minoranza (Gabriella D'Amato e Rosita Caielli), e due estratti a sorte (Giuseppina Valenzano e Katia Vasile). Da notare la netta prevalenza femminile (6 consiglieri su 8).

 consigli di quartiere 20191020 COP area 11

Ciascuna delle due liste (di maggioranza e di minoranza) dovrà inoltre garantire la salvaguardia della rappresentanza di genere per almeno il 40% dei designati (la lista delle opposizioni per il CdQ costituito nel 2020è però tutta al femminile, dunque tecnicamente non rispetta questo parametro).

Nella sua seduta del 25 giugno il Consiglio ha eletto Matteo Capriolo quale Coordinatore del Consiglio di Quartiere, e questi ha scelto Katia Vasile quale Coordinatore Vicario.

  caielli rosita 20160517 XXX     capriolo matteo 20AAMMGG XXX  

 

CAIELLI ROSITA

Indicata dallo schieramento di minoranza in Consiglio Comunale.

Rosita Caielli è laureata in Medicina e Chirurgia e specializzata in Medicina del Lavoro presso l’Università degli Studi di Pavia. Vive a Varese da decenni. In pensione da quest’anno, ha svolto l’attività di Dirigente Medico presso ATS Insubria ricoprendo numerosi incarichi propri dell’Ente. In particolare, si è occupata degli aspetti igienico sanitari e della sicurezza di alimenti e bevande, di accreditamento, qualità e appropriatezza dei Servizi in ambito Sociosanitario e, negli ultimi anni, di Medicina del Territorio. «Portare avanti il mio impegno civico fa parte della mia indole, da sempre orientata ad essere in prima linea per aiutare i miei concittadini».

 

 

CAPRIOLO MATTEO

Coordinatore Consiglio di Quartiere

Indicato dallo schieramento di maggioranza in Consiglio Comunale.

Sono Matteo Capriolo, ho 22 anni, nato a Giubiano e cresciuto alle Bustecche. Attualmente sono laureato con laurea triennale presso l’Università Cattolica di Milano in economia e frequento la laurea magistrale in economia presso l’Università Cattaneo di Castellanza. Da quando ero ragazzino ho sempre avuto la passione per la politica che mi ha portato a conoscere i Giovani Democratici di cui sono il Segretario Provinciale.
Ho sempre frequentato i nostri quartieri grazie all’oratorio e grazie al calcio. Infatti ho giocato iniziato ad appassionarmi di calcio già da piccolino giocando prima per la storica “Varese Giovanile” e successivamente al CSI dell’oratorio di San Carlo.
I nostri quartieri hanno molto da dire, e spero di potermi mettere al servizio dei nostri cittadini per ascoltarli e capire le loro esigenze.
C’è una frase molto bella, che credo possa ispirare questo percorso dei consigli di quartiere: “Essere testimoni soprattutto per chi conserva rabbia nei confronti della società che vede ostile. A lui il testimone deve infondere speranza facendo comprendere che la vita vale se è donata.“ (don Pino Puglisi)

 

 

 

chiavetta maurizio 20AAMMGG XXX

   

damato grabiella 2018MMGG

 

 

CHIAVETTA MAURIZIO

Indicato dallo schieramento di maggioranza in Consiglio Comunale.

Sono nato a Leonforte (EN) 48 anni fa, sono un artigiano e vivo a San Carlo e ho molto a cuore il futuro del mio quartiere. Poter dare il mio contributo ed essere di aiuto a migliore le cose è molto stimolante.

 

 

 

D'AMATO GABRIELLA

Indicata dallo schieramento di minoranza in Consiglio Comunale.

 

  miccoli teresa 20AAMMGG XXX     pagano maria stefania 20AAMMGG XXX  

 

MICCOLI MARIA TERESA

Indicata dallo schieramento di maggioranza in Consiglio Comunale.

Come diceva Alda Merini "sono nata il 21 a primavera", un giorno di 39 anni fa.
Varesina d'adozione dal 2006, di origini pugliesi, vivo in una terra di confine tra Bustecche e San Carlo.
Lavoro all'ospedale di Circolo di Varese da 14 anni dove mi occupo di sordità, come audiometrista.
Sono sposata e sono mamma di tre bambini.
Amo il mio quartiere e per quel che posso cerco di dedicarmi ad esso. In modo particolare sono stata attiva in questi anni con un gruppo di genitori sia all'interno della scuola materna, che nell'organizzazione di domeniche dedicate alle famiglie presso lo Yak-karakorum teatro di Piazza de Salvo.
Amo il teatro, la musica, la fotografia, il cucito, la lettura... amo i concetti di giustizia, di inclusione ed accoglienza, amo il riciclo, il riuso ed il baratto... concetti che hanno trovato in qualche modo corrispondenza della lista del Progetto Concittadino che ha proposto la mia candidatura a consigliere di quartiere.
Non amo gli sprechi, né materiali, né di tempo, né di parole.  
Non sono credente.
Mi piacerebbe che il quartiere mi assomigliasse.
A dispetto del mio nome aristocratico (Maria Teresa Antonietta) sono una persona molto molto semplice.
Grazie a voi,
Teresa

 

 

 

PAGANO MARIA STEFANIA

Indicata dallo schieramento di maggioranza in Consiglio Comunale.

Sono Maria Stefania Pagano, dopo aver lavorato in qualche ente pubblico di Varese ora mi occupo di comunicazione e marketing, da sempre attenta ai problemi sociali ho svolto per molti anni volontariato  sia a livello locale che internazionale.
Da molti anni vivo alle Bustecche.

 

 

 

 

 

vasile katia 20AAMMGG XXX

 

 

VALENZANO GIUSEPPINA

Estratta a sorte tra gli iscritti alle liste elettorali del territorio.

 

 

VASILE KATIA

Coordinatore Vicario Consiglio di Quartiere

Estratta a sorte tra gli iscritti alle liste elettorali del territorio.

Nata ad Isernia il 27 gennaio 1972 mi sono trasferita a Varese appena sposata nel 1996. Ho due figli di 21 e 19 anni e nei miei trascorsi di mamma posso dire di aver fatto parte dell'associazione genitori  e di essere stata commissario mensa della scuola elementare Marconi.
Lavoro in ATS dal 2005, dopo aver svolto periodi a tempo determinato sia presso il Distretto Veterinario ASL di Laveno Mombello, sia presso l'ufficio tributi del Comune di Varese, sia occupandomi di paghe e contributi presso Confesercenti Varese.
In ATS ho iniziato nell'allora Servizio Vigilanza, per essere chiamata, dopo poco tempo, a far parte dello staff della Direzione Sociale. Fino al 2015 sono stata la segretaria del Direttore Sociale,  ai tempi Dott. Lucas Maria Gutierrez e della Dott.ssa Ester Poncato, che era Direttore del Dipartimento A.S.S.I. Attualmente lavoro sempre in staff alla Direzione Socio Sanitaria, nell'UO Bilancio e Gestione Risorse, occupandomi principalmente di contratti con RSA e con altre strutture socio sanitarie.
Sono volontaria attiva di Croce Rossa presso il Comitato di Varese dal 2012 e condivido questa mia passione con mio figlio Daniel. Nel mio tempo libero, poco in realtà, mi piace leggere e dedicarmi al giardinaggio ed alla cura delle mie orchidee. Mi sono avvicinata da poco alla pittura ad olio. Sono contenta di avere avuto, con un'estrazione a sorte, la possibilità di collaborare con questo Consiglio di Quartiere per tornare ad interessarmi di Bizzozero.

 

 

Pagina FaceBook del Consiglio di Quartiere di Bizzozero; recapito mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Torna all'inizio

DOCUMENTI

I documenti più rilevanti relativi ai Consigli di Quartiere di Varese:

pdf pdf pdf
Regolamento
Consigli di Quartiere
Stradario
Consigli di Quartiere

Cartina
Consigli di Quartiere
(non ufficiale)

 Torna all'inizio

Attività del Consiglio di Quartiere di Bizzozero
(Area 11)

Capriolo Coordinatore del CdQ 11

Torna all'inizio

 Link utili

Sito Internet Comune di Varese

Torna all'inizio

 

 

 

 

 

Sono Matteo Capriolo, ho 22 anni, nato a Giubiano e cresciuto alle Bustecche. Attualmente sono laureato con laurea triennale presso l’Università Cattolica di Milano in economia e frequento la laurea magistrale in economia presso l’Università Cattaneo di Castellanza. Da quando ero ragazzino ho sempre avuto la passione per la politica che mi ha portato a conoscere i Giovani Democratici di cui sono il Segretario Provinciale.

Ho sempre frequentato i nostri quartieri grazie all’oratorio e grazie al calcio. Infatti ho giocato iniziato ad appassionarmi di calcio già da piccolino giocando prima per la storica “Varese Giovanile” e successivamente al CSI dell’oratorio di San Carlo.

I nostri quartieri hanno molto da dire, e spero di potermi mettere al servizio dei nostri cittadini per ascoltarli e capire le loro esigenze.

C’è una frase molto bella, che credo possa ispirare questo percorso dei consigli di quartiere: “Essere testimoni soprattutto per chi conserva rabbia nei confronti della società che vede ostile. A lui il testimone deve infondere speranza facendo comprendere che la vita vale se è donata.“ (don Pino Puglisi)

 
FOCUS

B.NET focus 20190802 cop

Cerca nel sito

Annuncio casuale
Le iniziative di B.NET

B.NET iniziative 20150811 COP

Campus diffuso

campus diffuso logo

Speciale scuola

B.NET speciale scuola 20190828 COP

Foto casuale
Cerca il tuo stemma
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Questo servizio è offerto dal Centro Studi Araldici.
Come funziona la ricerca?
Accesso riservato